Cercare nel blog.

sabato 4 luglio 2015

Lezione 186 del libro di esercizio. La salvezza del mondo dipende da me.

Sat Nam bello essere! Respira profondamente e apri la tua mente all'idea di oggi. Chiudi gli occhi di a te stesso: riposo in Dio. Senti quella presenza divina che è dentro della tua mente e chiedi: Spirito Santo che sei nella mia mente aiutami a capire questa idea di oggi. Aiutami ad essere ogni istante nel presente, osservando ogni cosa che succede nella mia mente per poter comprendere che nulla è reale e liberarmi. Grazie ti amo.
Lezione 186.          
La salvezza del mondo dipende da me.
1. Questa è la affermazione che un giorno sradicherà da ogni mente ogni traccia di arroganza.

Questo è il pensiero della vera umiltà che non ti assegna nessuna altra funzione eccetto quella che ti è stata assegnata.

Quel pensiero suppone la tua accettazione del ruolo che ti è stato assegnato, senza insistere che te ne possa assegnare un altro.

Non si ferma a considerare quale ruolo è quello che è adeguato per te.

Soltanto riconosce che la Volontà di Dio è fatta nella terra così come nel Cielo.

Unisce tutte le volontà della terra nel piano celestiale per la salvezza del mondo e restituisce a esso la pace del Cielo.

2. Non ci opponiamo alla nostra funzione.

Non siamo stati noi quelli che l'abbiamo stabilita.

Non è stata una idea nostra.

Ci sono stati dati i mezzi per portarla alla fine perfettamente.

L'unica cosa che ci viene chiesto è di accettare il nostro ruolo con genuina umiltà e di non negare con un'aria di falsa arroganza che siamo degni di esso.

Possediamo la forza necessaria per fare ciò che ci viene chiesto di portare alla fine.

Le nostre menti sono perfettamente capaci per disimpegnare il ruolo che ci è stato assegnato da Uno che ci conosce bene.

3. Mentre non capisci il suo significato, può essere che l'idea di oggi ti possa sembrare difficile.

L'unica cosa che dice è che Tuo Padre ti ricorda ancora e che ti offre la perfetta fiducia che ha in te, che sei Suo Figlio.

Non ti chiede di essere differente da come sei in alcun modo.

Quale altra cosa se non questa potrebbe chiedere la umiltà?

E quale altra cosa se non questa potrebbe negare l'arroganza?

Oggi non lasceremo di svolgere il nostro compito con la scusa ingannevole che è un insulto alla modestia.

È l'orgoglio quello che si rifiuta di rispondere alla Chiamata di Dio Stesso.

4. Oggi lasceremo da parte ogni traccia di falsa umiltà per poter ascoltare la Voce di Dio che rivela
cosa desidera che noi facciamo.

Non dubiteremo della nostra capacità di svolgere la funzione che Egli ci offre.

Saremo sicuri che solo Egli conosce i nostri punti di forza, la nostra saggezza e la nostra santità.

E se Egli ci trova degni, è che noi lo siamo.

È solo l'arroganza quella che la pensa diversamente.

5. C'è un modo, e solo uno, per liberarti dalla prigionia a cui ti ha portato il tuo piano per dimostrare che il falso è vero.

Invece accetta il piano da Egli, perché non sei stato tu quello che lo hai tracciato.

Non giudicare se sei o no degno di esso.

Se la voce di Dio ti assicura che la salvezza ha bisogno che tu possa disimpegnare il tuo ruolo e che tutto dipende da te, devi essere certo che è così.

Gli arroganti devono aggrapparsi alle parole, con la paura di andare oltre loro e di vivere quello che potrebbe mettere a repentaglio la sua posizione.

Gli umili sono liberi di ascoltare la Voce che dice a loro ciò che sono e ciò che dovrebbero fare.

6. L'arroganza forgia un'immagine di te che non è reale.

Questa è l'immagine che trema e fugge terrorizzato, quando la Voce che parla per Dio ti assicura che tu possiedi la forza, la saggezza e la santità necessaria per andare oltre ogni immagine.

Tu non sei debole, a differenza dell'immagine di te stesso.

Non sei ignorante, né impotente.

Il peccato non può macchiare la verità che abita in te, né l'angoscia può avvicinarsi alla sacra casa di Dio.

7. Questo è quello che dice la Voce che parla a nome di Dio.

E mentre ti parla, l'immagine trema e cerca di attaccare la minaccia che le è sconosciuta; nel sentire che le sue fondamenta si stanno sgretolando.

Abbandonala!!

La salvezza del mondo dipende da te e non da quel piccolo mucchio di polvere.

Cosa potrebbe raccontare quell'immagine al santo Figlio di Dio?

Per cosa si deve preoccupare affatto?

8. E così troviamo la nostra pace.

Accetteremo il ruolo che Dio ci ha dato, perché ogni illusione si basa sulla convinzione assurda che noi possiamo inventare un'altra funzione per noi.

I ruoli che noi stessi ci abbiamo auto-assegnati sono instabili e sembrano di oscillare tra il dolore e la felicità statica dell'amore e di amare.

Possiamo ridere o piangere, salutare il giorno di buon grado o riceverlo con le lacrime.

Il nostro stesso essere sembra di cambiare man mano che sperimentiamo molti cambiamenti nel nostro stato d'animo e le nostre emozioni ci riportano verso l'alto o si schiantano al suolo immergendoci nella desolazione.

9. È questo il Figlio di Dio?

Avrebbe potuto Egli creare tale instabilità e chiamarla Suo Figlio?

Quello che è immutabile condivide i Suoi attributi con la Sua Creazione.

Nessuna delle immagini che Suo Figlio sembra di forgiare può modificare quello che è.

Quelle immagini svolazzano attraverso la sua mente come foglie spazzate dal vento che formano un disegno fugace e che si sciolgono per tornare di nuovo ad aggrupparsi fino a disperdersi.

O come miraggi che si vedono nel deserto.

10. Queste immagini inconsistenti scompaiono e lasciano la mente libera e serena quando accetterai il ruolo che ti è stato affidato.

Le immagini che hai fabbricato danno solo luogo a mete conflittive, transitorie e vaghe, incerte e ambigue.

Chi potrebbe mantenere un impegno costante o mettere tutte le sue energie e l'impegno nelle mete come queste?

Le funzioni che il mondo ha in grande stima sono così incerte che anche le più forti cambiano almeno dieci volte all'ora.

Che cosa ci si può aspettare dagli obiettivi come questi?

11. Come bel contrasto, tanto sicuro come il ritorno del sole ogni mattina per dissipare la notte, la tua vera funzione è delineata in un modo chiaro e inequivocabile.

Non c'è alcun dubbio sulla sua validità.

Perché viene da Uno che non conosce l'errore e la cui Voce è sicura dei Suoi messaggi.

Questi non cambiano mai né saranno mai in conflitto.

Tutti loro indicano un unico obiettivo, il quale puoi raggiungere.

Forse il tuo piano è impossibile, ma quello di Dio non può mai fallire, perché Egli è la Tua Fonte.

12. Fai ciò che la Voce di Dio ti indicherà.

E se ti chiede di fare qualcosa che sembra impossibile, ricorda Chi è Quello che te lo chiede e chi è quello che vuole rifiutarsi.

Quindi prendi in considerazione questo: Quale dei due è più probabile che sia a destra, la Voce del Creatore di tutte le cose che sa esattamente come sono, o la distorta immagine di te stesso, che è incoerente ed è confusa, disorientata e insicura di tutto?

Non lasciare che la sua voce ti possa dirigere.

Invece senti una Voce che è inequivocabile e che ti parla del tuo ruolo, quello che ti ha affidato il Tuo Creatore, che si ricorda di te e ti esorta a ricordare Egli adesso.

13. La Sua dolce Voce chiama da quello che è conosciuto a ciò che non conosce.

Egli vuole darti conforto, anche se non conosce il dolore.

Vuole farti una restituzione, sebbene gode di assoluta pienezza.

Vuole farti un regalo, ma sa che hai già tutto.

Egli ha pensieri che soddisfano qualsiasi necessità che Suo Figlio percepisce, sebbene Egli non li vede.

Perché l'amore non può che dare, e ciò che è dato nel Suo Nome si manifesta nel modo più utile possibile, in un mondo di forme.

14. Queste sono le forme che non possono mai ingannare, giacché vengono dalla stessa mancanza di forma.

Il perdono è una forma terrena di amore, che come tale, non ha forma nel Cielo.

Tuttavia, ciò che sarà necessario qui, Egli lo concederà.

Avvalendoti di questa forma puoi disimpegnare il tuo ruolo incluso qui, sebbene l'amore significherà molto di più per te quando ti sarà ripristinato il tuo stato di assenza di forma.


La salvezza del mondo dipende da te che puoi perdonare. Questa è la tua funzione qui.


Un corso di miracoli.Se hai qualche dubbio, hai bisogno di qualsiasi spiegazioni mandami un email.  Mi puoi trovare anche su Facebook. Grazie ti amo. 

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.

Post più popolari