Cercare nel blog.

domenica 10 maggio 2015

Lezione 131 del libro di esercizio. Nessuno che desidera di raggiungere la verità può fallire.

Sat Nam bello essere! Respira profondamente e apri la tua mente all'idea di oggi.

Chiudi gli occhi  di a te stesso: riposo in Dio. Senti quella presenza divina che è dentro della tua mente e chiedi: 

Spirito Santo che sei nella mia mente aiutami a capire questa idea di oggi.

Aiutami ad essere ogni istante nel presente, osservando ogni cosa che succede nella mia mente per poter comprendere che nulla è reale e liberarmi. Grazie ti amo
Lezione 131.
Nessuno che desidera di raggiungere la verità può fallire.
1.Il fallimento ti sorveglierà mentre perseguirai mete irraggiungibili.

Cerchi la permanenza in quello che non è eterno, l'amore dove non si trova, la sicurezza in mezzo al pericolo e l'immortalità nelle tenebre del sogno della morte.

Chi può trionfare quando la contraddizione è la cornice della sua ricerca così come il luogo dove va a cercare la sua stabilità?

2. Le mete che non hanno senso sono irraggiungibili.

Non c'è maniera di raggiungerle, perché i mezzi che impieghi per quello sono tanto sprovvisti di senso che loro stesse.

Chi può aspettare di raggiungere qualcosa avvalendosi di mezzi tanto dementi?

Dove potrebbero portarti?

E cosa possono raggiungere che possa offrire alcuna speranza di essere reale?

Andare in cerca di quello che è immaginario conduce alla morte, perché è la ricerca di ciò che non è niente e mentre andrai a cercare la vita starai proclamando la morte.

Vuoi essere in salvo e avere sicurezza, mentre che nel tuo cuore stai chiamando il pericolo e quando desideri la protezione stai chiedendo il misero sogno che hai creato.

3. Nonostante la ricerca è inevitabile qui.

Per quello sei venuto ed è indubitabile che farai quello per cui sei venuto a fare.

Però il mondo non può determinare la meta che devi perseguitare a meno che tu dai a esso il potere.

E se questo è così ancora sei libero di scegliere una meta che si trova oltre questo mondo e da ogni pensiero del mondo, e che viene da una idea che hai rifiutato ma che ancora ricordi, una idea ancestrale però allo stesso tempo nuova, un eco di un patrimonio dimenticato però che racchiude tutto ciò che in realtà desideri.

4. Rallegrati che devi cercare.

Rallegrati anche di imparare che ciò che stai cercando è il Cielo e che non puoi che raggiungere la meta che in realtà desideri.

Nessuno può smettere di volere questa meta né nessuno può in ultima istanza smettere di raggiungerla.

Il Figlio di Dio non può cercare invano, nonostante ciò cerca di trattenersi, di ingannare se stesso e di pensare che ciò che sta cercando è l'inferno.

Quando sbaglia trova la correzione.

Quando si perde è condotto di nuovo al compito che è stato assegnato a lui.

5. Nessuno rimane nell'inferno, perché nessuno può abbandonare il Suo Creatore, né modificare in modo alcuno il Suo perfetto, atemporale e immutabile amore.

Troverai il Cielo.

Qualsiasi altra cosa che cerchi che non sia questo sparirà.

Però non perché se ti possa togliere, ma perché in realtà non la desideri.

Raggiungerai la meta che in realtà desideri e questo è tanto sicuro come che Dio ti ha creato libero di peccato.

6.  Perché aspettare il Cielo?

Si trova qui adesso.

Il tempo è la grande illusione che il Cielo si trova nel passato o nel futuro.

Però questo non può essere certo se il Cielo è il luogo nel quale la Volontà di Dio dispone che stia Suo Figlio.

Come potrebbe essere che la Volontà di Dio fosse nel passato a ancora senza essere compiuta?

Ciò che Egli dispone è qui adesso, senza passato e completamente senza futuro e tanto lontano dal tempo come lo è una piccola candela di una stella lontana o ciò che hai scelto di ciò che desideri.

7. Il Cielo continua ad essere l'unica alternativa a questo estraneo mondo che hai costruito e a tutte le sue idiosincrasie, i suoi modelli cambianti e le mete incerte, ai suoi dolorosi piaceri e le sue tragiche allegrie.

Dio non ha creato contraddizioni.

Quello che nega la sua propria esistenza e attacca se stesso non è parte di Egli.

Dio non ha creato due menti, delle quale il Cielo è il grato effetto di una e la terra l'opposto al Cielo da qualsiasi punto di vista, il lamentevole risultato dell'altra.

8. Dio non è in conflitto, né la Sua creazione è divisa in due.

Come potrebbe essere possibile che Suo Figlio fosse nell'inferno quando Dio Stesso lo ha messo nel Cielo?

Come potrebbe lui perdere ciò che la volontà Eterna le ha dato, perché fosse la sua dimora per sempre?

Non Continuiamo a cercare di imporre una volontà lontana all'unico proposito di Dio.

Egli è qui perché essa è la Sua Volontà e ciò che la Sua Volontà dispone si trova qui e adesso oltre il raggiungimento del tempo.

9. Oggi non sceglieremo un paradosso invece della verità.

Come potrebbe il Figlio di Dio concepire il tempo perché annullasse la Volontà di Dio?

Facendo questo sta negando ciò che lui stesso è, e contraddice ciò che non ha opposti.

Crede di aver fatto un inferno in contrapposizione al Cielo e crede di abitare in un luogo che non esiste, mentre che il Cielo è il luogo che non può trovare.

10. Lascia oggi indietro quei pensieri tanto assurdi e permetti che la tua mente possa ritornare ad essere ricettiva alle idee vere.

Nessuno che si proponga di raggiungere la verità può fallire ed è la verità ciò che cerchiamo di raggiungere oggi.

Dedichiamo dieci minuti a questo obbiettivo in tre momenti e chiederemo di concederci il poter vedere nascere il mondo reale perché possa rimpiazzare le immagini dementi che hai in tanta stima per le idee vere, perché possano occupare il posto di quei pensieri che non hanno significato, né basi o sostanza nella verità.

11. Questo è ciò che riconosciamo all'inizio delle nostre sessioni di pratiche.

Inizia con la seguente cosa:

Chiedo che mi sia concesso di vedere un mondo differente e avere pensieri distinti da quelli che io stesso ho inventato.

Il mondo che cerco non l'ho costruito da solo e i pensieri che voglio avere non sono quelli miei.

Durante alcuni minuti osserva la tua mente e contempla anche se i tuoi occhi sono chiusi il mondo demente che credi che è reale.

Revisiona anche i pensieri che sono compatibili con quel mondo e che tu credi che sono la verità.

Dopo lasciali andare via e scivola sotto di loro fino ad arrivare al luogo santo dove non possono infiltrarsi.

Sotto di loro c'è una porta nella tua mente, la quale non hai potuto chiudere completamente quando hai deciso di nascondere ciò che si trovava oltre esso.

12. Cerca quella porta fino a trovarla. 

Però prima di cercare di aprirla ricorda che nessuno che si proponga di raggiungere la verità può fallire.

Ed è questo ciò che stai chiedendo che ti sia concesso oggi.

Niente eccetto questo ha adesso significato, adesso non hai niente di questo in stima né persegui nessuna altra meta, non c'è niente che si possa trovare da questo lato della porta che in realtà desideri e adesso soltanto vai in cerca di ciò che si trova dietro questa.

13. Spingi la porta e vedi quando facile si apre solo con la tua intenzione di attraversarla.

Lì gli angeli illuminano il cammino, dissipano ogni oscurità e tu ti inserisci in una luce tanto brillante e tanto chiara che puoi capire tutto ciò che vedi lì.

Un breve momento di sorpresa forse ti farà fermare prima di renderti conto che il mondo che vedi di fronte a te nella luce riflette la verità che hai conosciuto sempre e quella che non avevi mai dimenticato mentre giravi nei sogni.

14. Oggi non puoi fallire.

Con te va lo Spirito Santo che il Cielo ti ha inviato, perché alcun giorno potessi avvicinarti a quella porta e scivolare facilmente con il Suo aiuto oltre di essa fino ad arrivare alla luce.

Oggi è arrivato quel giorno.

Oggi Dio compie la promessa che da tanto tempo ha fatto al Suo santo Figlio e Suo Figlio ricorda quella che ha fatto a Egli.

Questo è un giorno di giubilo perché siamo arrivati al luogo e momenti indicati nei quali troverai l'obbiettivo di tutta la tua ricerca qui e di tutta la ricerca del mondo, le quali  arrivano alla sua fine insieme per il fatto di tu attraversare la soglia di quella porta.

15. Ricorda spesso come puoi che oggi dev'essere un giorno speciale di gioia e evita di avere pensieri scoraggianti e lamentele banali.

L'ora della salvezza è arrivata.

Oggi è il giorno assegnato dallo stesso Cielo come un tempo di grazie per te e per il mondo.

Se dimentichi questo felice fatto portalo alla tua mente di nuovo ripetendo la seguente cosa:

Oggi cerco e trovo tutto ciò che desidero.

Il mio unico proposito mi concede questo.

Nessuno che si proponga raggiungere la verità può fallire. Un corso di miracoli.
Se hai qualche dubbio, hai bisogno di qualsiasi spiegazioni mandami un email.  Mi puoi trovare anche su Facebook. Grazie ti amo. 

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.

Post più popolari