Cercare nel blog.

sabato 11 luglio 2015

Lezione 193 del libro di esercizio. Tutte le cose sono lezioni che Dio vuole che noi impariamo.

Sat Nam bello essere! Respira profondamente e apri la tua mente all'idea di oggi. Chiudi gli occhi di a te stesso: riposo in Dio. Senti quella presenza divina che è dentro della tua mente e chiedi: Spirito Santo che sei nella mia mente aiutami a capire questa idea di oggi. Aiutami ad essere ogni istante nel presente, osservando ogni cosa che succede nella mia mente per poter comprendere che nulla è reale e liberarmi. Grazie ti amo.
Lezione 193. 
Tutte le cose sono lezioni che Dio vuole che noi impariamo.
1. L'apprendimento è qualcosa che non appartiene a Dio.

La Sua Volontà nonostante ciò si estende verso ciò che Egli non capisce, nel senso che Egli dispone che la felicità che Suo Figlio ha ereditato da Egli rimanga intatta, perpetua e per sempre in aumento, che si espanda eternamente nella gioia della creazione piena, che sia eternamente ricettiva e assolutamente illimitata in Egli.

Questa è la Sua Volontà.

Pertanto la Sua Volontà fornisce tutti i mezzi per garantire che sia compiuta.

2. Dio non vede contraddizioni.

Sebbene Suo Figlio crede di vederle.

Per questo ha il bisogno di Qualcuno che possa correggere la sua difettata maniera di vedere e offrirgli una visione che lo possa condurre di nuovo al luogo dove la percezione finisce.

Dio non vede esso in assoluto.

Egli è nonostante Quello che fornisce i mezzi, perché la percezione possa diventare sufficientemente bella e vera, perché la luce del Cielo possa risplendere su essa.

Egli è Chi risponde alle contraddizioni di Suo Figlio e Chi mantiene la sua innocenza in salvo per sempre.

3. Queste sono le lezioni che Dio vuole che tu impari.

La Sua Volontà è riflessa in tutte loro e loro riflettono la Sua Amorevole bontà verso Suo Figlio che ama.

Ogni lezione racchiude un pensiero centrale che si ripete in tutte loro.

La sua forma è l'unica cosa che cambia, in accordo alle circostanze, gli eventi, i personaggi o i temi, i quali sembrano di essere reali, ma non lo sono.

Il suo contenuto fondamentale è lo stesso ed è questo:

Perdona e vedrai questo in un'altra maniera.

4. È vero che ogni dolore non sembra di essere che una mancanza di perdono.

Ma questo è ciò che si trova dietro ogni forma.

Tale coerenza è ciò che fa che l'apprendimento sia una cosa sicura, giacché la lezione è così semplice che alla fine non può essere rifiutata.

Nessuno può nascondere per sempre una verità tanto ovvia, che anche se si presenta in molte forme, può essere riconosciuta facilmente in ognuna di loro, soltanto con desiderare di vedere la semplice lezione che si trova lì.

5. Perdona e vedrai questo in un'altra maniera.

Queste sono le parole che lo Spirito Santo ti dice di fronte alle tue sofferenze, di fronte ad ogni dolore e afflizione, sia quale si la forma in cui si possano manifestare.

Queste sono le parole con cui arriva la fine ad ogni tentazione e la colpevolezza che è stata abbandonata, adesso smette di essere oggetto di riverenza.

Queste sono le parole che mettono fine al sogno di peccato ed elimina ogni paura dalla mente.

Queste sono le parole attraverso le quale arriva la salvezza al mondo.

6. Non dovremmo forse imparare a dire queste parole ogni volta che avremo la tentazione di credere che il dolore possa essere reale e la morte diventi la nostra scelta invece della vita?

Non dovremmo forse imparare a dirle un volta che avremo capito il potere che hanno per liberare tutte le menti dall'imprigionamento?

Queste sono le parole che ti danno il potere su tutti gli eventi che sembrano di avere controllo su di te.

Vedi questi eventi correttamente quando mantieni queste parole nella tua coscienza, senza dimenticare che possono essere applicate a tutto ciò che vedi o tutto ciò che qualsiasi fratello possa contemplare erroneamente.

7. Come puoi sapere quando stai vedendo erroneamente o quando qualcuno non sta percependo la lezione che dovrebbe imparare?

Sembra di essere reale il dolore in quella percezione?

Se sembra di essere reale, tieni per sicuro che non è stata imparata la lezione e che nella mente che vede il dolore attraverso gli occhi che essa stessa indirizza, rimane nascosta una mancanza di perdono.

8. Dio non vuole che tu continui a soffrire in questo modo.

Egli vuole aiutarti che perdoni te stesso.

Suo Figlio non ricorda chi è.

E Dio non vuole che dimentichi il Suo Amore, né tutti i doni che il Suo Amore porta con Se.

Rinunceresti adesso alla tua propria salvezza?

Smetteresti forse di imparare le semplici lezioni che il Maestro celestiale mette di fronte a te perché tutto il tuo dolore sparisca e il Figlio possa ricordare Suo Padre?

9. Tutte le cose sono lezioni che Dio vuole che tu impari.

Egli non lascia nessun pensiero di rancore senza correggere, né nessuna spina o chiodo che possa fare del male al Suo Santo Figlio.

Egli vuole assicurarsi che il tuo santo riposo rimanga sereno e imperturbabile, senza preoccupazione, in una casa eterna che ha cura di te.

Egli vuole che tutte le lacrime possano essere asciugate e che non rimanga neanche una sola da versare, né nessuna che possa stare aspettando il momento segnalato per uscire.

Perché Dio ha disposto che la risata possa rimpiazzare ognuna di loro e che Suo Figlio possa essere libero di nuovo.

10 Oggi cercheremo di superare in un solo giorno mille apparenti ostacoli alla pace.

Lascia che la misericordia possa arrivare a te adesso.

Non cercare di ritardare il suo arrivo neanche un solo giorno, minuto o istante in più.

Per questo è stato creato il tempo.

Usalo oggi per quello che è.

Dedica mattina e notte, il tempo che potrai a ciò che questo ha come proposito e non permettere che il tempo che dedicherai possa essere meno che quello necessario per soddisfare il tuo bisogno più urgente.

11. Dà tutto ciò che potrai e dopo dà un po' di più.

Perché adesso ci alzeremo in fretta e andremo a casa di nostro Padre.

Siamo stati assenti per troppo tempo e non vogliamo continuare trattenendoci più qui.

Man mano pratichiamo pensiamo a tutte le cose che abbiamo lasciato per risolvere per conto nostro e abbiamo mantenuto lontano dalla guarigione.

Consegniamogli a Uno che sa contemplarle in un modo che scompariranno.

La verità è il Suo Messaggio, la verità è il suo insegnamento.

Sue sono le lezioni che Dio vuole che impariamo.

12. Oggi e nei prossimi giorni dedica un po' di tempo ogni ora a praticare la lezione del perdono tale come sarà indicata.

Cerca di applicarla a quello che accade quell'ora, in modo che la prossima ora possa essere libera da tutto ciò.

In questo modo le catene del tempo si scateneranno facilmente.

Non lasciare che nessuna ora possa gettare la sua ombra sulla seguente e dopo lascia che tutto ciò che è successo vada via con essa.

In questo modo rimarrai libero e in pace eterna nel mondo del tempo.

13. Questa è la lezione che Dio vuole che tu impari: C'è una maniera di contemplarlo tutto che ti avvicina più a Egli e alla salvezza del mondo.

A tutto ciò che parla di terrore risponde in questo modo:

Perdonerò e questo sparirà.

Ripeti queste stesse parole di fronte ad ogni apprensione, preoccupazione o sofferenza.

E poi sarai in possesso della chiave che apre le porte del Paradiso e che fa che l'amore di Dio il Padre possa arrivare finalmente sulla terra per alzarla verso il Cielo.

Dio Stesso darà questo passaggio finale.

Non ti negare a dare questi piccoli passi che ti chiede, perché tu possa essere in grado di raggiungerlo.

Un corso di miracoli.Se hai qualche dubbio, hai bisogno di qualsiasi spiegazioni mandami un email.  Mi puoi trovare anche su Facebook. Grazie ti amo. 

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.

Post più popolari