Cercare nel blog.

mercoledì 8 luglio 2015

Lezione 190 del libro di esercizio. Scelgo il giubilo di Dio invece del dolore.

Sat Nam bello essere! Respira profondamente e apri la tua mente all'idea di oggi. Chiudi gli occhi di a te stesso: riposo in Dio. Senti quella presenza divina che è dentro della tua mente e chiedi: Spirito Santo che sei nella mia mente aiutami a capire questa idea di oggi. Aiutami ad essere ogni istante nel presente, osservando ogni cosa che succede nella mia mente per poter comprendere che nulla è reale e liberarmi. Grazie ti amo
Lezione 190. 
Scelgo il giubilo di Dio invece del dolore.
1. Il dolore è una prospettiva sbagliata.

Quando è sperimentato in qualsiasi forma, è un segno che abbiamo ingannato noi stessi.

Il dolore non è un fatto in assoluto.

Qualunque forma assuma, sparisce subito una volta che è visto correttamente.

Perché il dolore proclama che Dio è crudele.

Come potrebbe allora essere reale ognuna delle forme che adotta?

Il dolore da testimonianza dell'odio che Dio il Padre ha verso Suo Figlio, del peccato che vede in lui e del Suo desiderio folle di vendetta e di morte.

2. É possibile forse dare fede di tale proiezioni?

Che cosa potrebbe essere se non falsità?

Il dolore è solo un testimone degli errori del Figlio riguardo a quello che crede di essere.

É un sogno di feroce rappresaglia per un crimine che non poteva aver commesso; da un attacco che è completamente inespugnabile.

È un incubo nel quale siamo stati abbandonati dall'Eterno Amore il quale non sarebbe mai stato in grado di lasciare il Figlio che ha creato come frutto del Suo Amore.

3. Il dolore è un segnale che le illusioni regnano al posto della verità.

Dimostra che Dio è stato negato, confuso con la paura, percepito come demente e considerato un traditore a Se Stesso.

Se Dio è reale, il dolore non esiste.

Ma se il dolore è reale, allora è Dio quello che non esiste.

Perché la vendetta non fa parte dell'amore.

E la paura, negando l'amore e avvalendosi del dolore per dimostrare che Dio è morto, ha dimostrato che la morte ha trionfato sulla vita.


Il corpo è il Figlio di Dio, corruttibili nella morte e tanto letale come il Padre, che ha ucciso.


4. Che la pace ponga fine a queste sciocchezze!

È tempo di ridere tali idee assurde.

Non c'è bisogno di pensare a loro come se fossero peccati segreti o atroci crimini o di gravi conseguenze.

Chi, se non un pazzo potrebbe pensare che sono la causa di qualcosa?

La loro testimonianza, il dolore, è tanto folle come loro e non si dovrebbe avere più paura di quello che le illusioni folli proteggono e che cercano di dimostrare che essi non possono che rimanere essendo la verità.

5. Sono solo i tuoi pensieri che causano il dolore.

Niente esterno alla tua mente può ferire o danneggiare in qualsiasi modo.

Non c'è una causa oltre te stesso che possa abbattere su di te e ti opprimerti.

Nessuno, tranne te, può influire su di te.

Non c'è niente al mondo che possa farti star male, soffrire o indebolirti.

Tu hai il potere di dominare tutte le cose che vedi semplicemente riconoscendo chi sei.

Man mano che percepirai la loro sicurezza, loro accetteranno come propria la tua santa volontà.

E ciò che prima ha ispirato la paura adesso diventa la fonte dell'innocenza e la santità.

6. Santo mio fratello, pensa a questo per un momento: il mondo che vedi non fa nulla.

Non ha alcun effetto.

Non è altro che la rappresentazione dei tuoi pensieri.

E sarà completamente diverso quando sceglierai di cambiare idea e deciderai che l'unica cosa che vuoi veramente è la gioia di Dio.

Il tuo Essere sta radiante in questa santa gioia, immutato e immutabile per sempre.

Negheresti a un piccolo angolo della tua mente la propria eredità e conserveresti come ospite il dolore, come un luogo malato dove tutti gli esseri viventi devono infine venire a morire?

7. Può sembrare che il mondo ti infligge dolore.

Tuttavia, non avendo causa, non ha il potere di essere la causa di nulla.

Come effetto, non può produrre effetti.

Come un'illusione sarà quello che tu vuoi che sia.

I tuoi desideri folli sono i loro dolori.

I tuoi desideri strani portano ai loro sogni del male.

I tuoi pensieri di morte lo avvolgono con la paura, mentre che nel tuo perdono si trova la vita.

8. Il dolore è la forma in cui si manifesta il pensiero del male, scatenando il caos nella tua mente santa.

Il dolore è il riscatto che tu hai pagato volentieri per non essere libero.

Nel dolore stai negando a Dio il Figlio che Egli ama.

Nel dolore la paura sembra trionfare sull'amore e il tempo, di sostituire l'eternità e il Cielo.

E il mondo diventa un posto amaro e crudele, dove regna il dolore e dove le piccole gioie soccombono di fronte l'assalto del dolore selvaggio che attende per scambiare ogni gioia per la sofferenza.

9. Rendi le tue armi e vieni senza difese al sereno luogo dove finalmente la pace del Cielo avvolge tutte le cose nel silenzio.

Abbandona tutti i pensieri di paura e di pericolo.

Non permettere che l'attacco sia in te.

Abbandona la spada crudele del giudizio che si punta contro il tuo collo, e lascia da parte la corsa devastante con cui stai cercando di nascondere la tua santità.

10. Quindi capirai che il dolore non esiste.

Così la gioia di Dio diventa tua.

Questo è il giorno che ti è stato dato per comprendere appieno la lezione che contiene in sé stessa tutta la potenza della salvezza, il dolore è un'illusione; la gioia è reale.

Il dolore è dormire; la gioia è il risveglio.

Il dolore è un inganno; e solo il giubilo è l'unica verità

11. Quindi, torniamo di nuovo a scegliere l'unica alternativa che non si può mai scegliere, perché solo noi scegliamo tra le illusioni e la verità, tra il dolore e la gioia, tra il Cielo e l'inferno.

Che la gratitudine verso il nostro Maestro invada il nostro cuore, perché noi siamo liberi di scegliere la nostra gioia invece del dolore, la nostra santità invece del peccato, la pace di Dio, invece del conflitto e la luce del Cielo, piuttosto che le tenebre del mondo.

Un corso di miracoli.Se hai qualche dubbio, hai bisogno di qualsiasi spiegazioni mandami un email.  Mi puoi trovare anche su Facebook. Grazie ti amo. 

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.

Post più popolari