Cercare nel blog.

venerdì 3 luglio 2015

Lezione 185 del libro di esercizio. Desidero la pace di Dio.

Sat Nam bello essere! Respira profondamente e apri la tua mente all'idea di oggi. Chiudi gli occhi di a te stesso: riposo in Dio. Senti quella presenza divina che è dentro della tua mente e chiedi: Spirito Santo che sei nella mia mente aiutami a capire questa idea di oggi. Aiutami ad essere ogni istante nel presente, osservando ogni cosa che succede nella mia mente per poter comprendere che nulla è reale e liberarmi. Grazie ti amo
Lezione 185. 
Desidero la pace di Dio.
1. Dire queste parole non è niente.

Ma dirle di cuore è tutto.

Se potessi dirle di cuore, anche se soltanto fosse per un istante, non torneresti mai più a sentire alcune sofferenze in nessun luogo o momento.

Saresti consapevole del Cielo, il ricordo di Dio sarebbe completamente reintegrato e la risurrezione di tutta la creazione pienamente riconosciuta.

2. Non c'è nessuno che possa dire queste parole con tutto il suo cuore e non guarire.

Non potrebbe trattenersi nei sogni o credere che lui stesso è un sogno.

Non potrebbe inventare un inferno e credere che è reale.

Desidera la pace di Dio ed è concessa.

Questo è tutto ciò che desidera e tutto ciò che riceverà.

Sono molto quelli che hanno detto queste parole.

Però certamente sono pochi quelli che lo hanno detto con tutto il loro cuore.

Non devi che contemplare il mondo che vedi attorno a te per assicurarti di quanto pochi sono stati.

Il mondo cambierebbe completamente se soltanto fossero due in accordo che queste parole esprimono l'unica cosa che loro desiderano.

3. Due menti con un solo impegno diventano tanto forti, che ciò di cui dispongono diventa la Volontà di Dio.

Perché le menti soltanto possono unirsi nella verità.

Nei sogni non ci sono due menti che possano condividere la stessa intenzione.

Per ognuna di loro, l'eroe del sogno è distinto e il risultato desiderato non è lo stesso.

Il perdente e il vincente semplicemente si alternano in accordo con gli schemi cambianti, così come il rapporto tra profitti e perdite e il guadagno e la perdita assumono una tonalità diversa o prendono un'altra forma.

4. Nonostante l'unica cosa che si può fare nei sogni è transigere.

A volte quello adotta la forma di una unione però solo nelle forme.

Nei sogni niente ha significato, perché la sua meta è transigere.

Le menti non possono unirsi nei sogni.

Possono solo negoziare.

Però quale contratto potrebbero fare loro che gli desse la pace di Dio?

Le illusioni passano ad occupare il Suo posto.

E ciò che Egli è smette di avere significato per le menti addormentate impegnate nel fare contratti, ognuna in beneficio proprio e a scapito della perdita di altri.

5. Desiderare la pace di Dio con tutto il cuore è rinunciare a tutti i sogni.

Perché nessuno che dice queste parole con il cuore desidera illusioni o cerca la maniera di ottenerle.

Le hai esaminate e ti sei reso conto che non ti offrono niente.

Adesso cerca di andare oltre di loro, riconoscendo che un altro sogno soltanto ti offrirebbe la stessa cosa che gli altri.

Per lui tutti i sogni sono uno.

E ha imparato che l'unica differenza tra di loro è la forma che adottano, perché qualsiasi di loro susciterà la stessa disperazione e angoscia rispetto ad altri.

6. La mente che desidera la pace con tutto il cuore deve unirsi ad altre menti, perché così è come si raggiunge la pace.

E quando il desiderio di pace è genuino, i mezzi per trovarla sono concessi in una forma tale, che ogni mente che onestamente la cerca possa capire.

Sia quale sia la forma in cui si possa presentare la lezione, è stata pianificata per lui in tale maniera che se la sua petizione è sincera non smetterà di vederla.

Però se la sua petizione non è sincera non avrà maniera che possa accettare la lezione o in realtà impararla.

7. Dedichiamo oggi la nostra pratica a riconoscere che le nostre parole sono sincere.

Desideriamo la pace di Dio.

Non è questo un desiderio banale.

Queste parole non chiedono un'altro sogno.

Non cercano di transigere, né è il loro desiderio di fare un altro accordo, nella speranza che ci sia ancora un sogno che possa avere successo quando tutti gli altri hanno fallito.

Dire queste parole con il cuore è riconoscere la banalità dell'illusioni e chiedere l'eterno invece dei sogni cambianti che sembrano di offrirti distinte cose, ma che in realtà sono ugualmente inconsistenti.

8. Dedica oggi le tue sessioni di pratiche ad esaminare la tua mente a fondo col fine di scoprire i sogni che ancora desideri.

Cosa è ciò che in realtà desideri con il cuore?

Dimentica le parole che hai impiegato nel fare le tue petizioni.

Considera soltanto ciò che credi che ti darà conforto e felicità.

Però non ti scoraggiare per ragione delle illusioni che ancora persistono, perché la forma che queste adottano non è ciò che importa adesso.

Non lasciare che alcuni sogni ti possano risultare più accettabili, mentre che degli altri ti vergogni e li nascondi.

Sono tutti lo stesso sogno.

E giacché tutti sono la stessa cosa devi porti la seguente domanda rispetto ad ognuno di loro:” è questo ciò che desidero invece del Cielo e la pace di Dio?”

9. Questa è la scelta che hai di fronte a te.

Non ti lasciare ingannare pensando che è di un'altra maniera.

In questo non è possibile transigere.

Perché o scegli la pace di Dio oppure chiedi i sogni.

E questi verranno a te tali e come lo avrai chiesto.

Però la pace di Dio verrà con uguale certezza per rimanere con te per sempre.

Non sparirà con ogni curva o tornerà indietro nel cammino, per dopo riapparire senza che sia riconoscibile in forme che si spostano e cambiano con ogni passo che dai.

10. Desideri la pace di Dio.

E questo è ciò che desiderano tutti quelli che sembrano di andare in cerca di sogni.

Questa è l'unica cosa che chiedi, tanto per loro come per te quando fai questa petizione con profonda sincerità.

Perché in questa maniera stai cercando di raggiungere ciò che loro desiderano in realtà e unisci la tua intenzione a ciò che loro colgono soprattutto le cose, fatto questo che forse è sconosciuto per loro o sebbene per te è indubitabile.

Sono state occasioni nelle quali sei stato debole e nelle quali sei stato indeciso sul tuo proposito, insicuro rispetto a ciò che vuoi, dove andare a cercarlo e dove chiedere aiuto.

Però l'aiuto ti è stato già dato.

Non approfitteresti adesso condividendola?

11. Nessuno che in realtà cerca la pace di Dio può smettere di trovarla.

Perché l'unica cosa che ti chiede è smettere di ingannare te stesso, nel negare a te stesso ciò che la Volontà di Dio dispone.

Chi, che chieda ciò che è suo, potrebbe rimanere insoddisfatto?

Chi, che chiede una risposta che lui stesso può dare giacche dispone di essa, può dire che non è stato risposto?

La pace di Dio è tua.

12. La pace è stata creata per te; il tuo Creatore te l'ha data e l'ha stabilita come il Suo proprio dono eterno.

Come potresti fallire quando appena stai chiedendo ciò che Egli ha per te?

E come potrebbe essere che quello che hai chiesto fosse solo per te?

Non c'è nessun dono di Dio che non sia per tutti.

Questo è l'attributo che contraddistingue i doni di Dio dai tutti i sogni che non hanno mai presso il posto della verità di Dio.

13. Quando un dono di Dio è stato chiesto e accettato da qualsiasi persona, nessuno perde se non che tutti guadagnano.

Dio dà tutto con il proposito di unire.

Per Egli togliere non ha senso.

E quando non lo avrà neanche per te, saprai certamente che condividi un sola Volontà con Egli, così come Egli con te.

E saprai anche che condividi una sola Volontà con tutti i tuoi fratelli la cui intenzione è quella tua.

14. È questa l'unica intenzione che stiamo cercando oggi nell'unire i nostri desideri alla necessità di ogni cuore, alla chiamata di ogni mente, alla speranza che si trova oltre ogni disperazione, all'amore che l'attacco vuole nascondere e alla fratellanza che l'odio ha cercato di interrompere, però che ancora continua essendo tale come Dio la ha creato.

Con somigliante aiuto accanto a noi, come potremo fallire oggi quando abbiamo chiesto di concederci la pace di Dio?


Un corso di miracoli.Se hai qualche dubbio, hai bisogno di qualsiasi spiegazioni mandami un email.  Mi puoi trovare anche su Facebook. Grazie ti amo. 

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.

Post più popolari