Cercare nel blog.

mercoledì 1 luglio 2015

Lezione 183 del libro di esercizio. Invoco il nome di Dio e il mio proprio.

Sat Nam bello essere! Respira profondamente e apri la tua mente all'idea di oggi. Chiudi gli occhi di a te stesso: riposo in Dio. Senti quella presenza divina che è dentro della tua mente e chiedi: Spirito Santo che sei nella mia mente aiutami a capire questa idea di oggi. Aiutami ad essere ogni istante nel presente, osservando ogni cosa che succede nella mia mente per poter comprendere che nulla è reale e liberarmi. Grazie ti amo
Lezione 183.
Invoco il nome di Dio e il mio proprio.

1. Il nome di Dio è sacro ma non è più sacro di quello tuo.

Invocare il suo nome è invocare il tuo.

Un padre da il suo nome a suo figlio e in questo modo identifica suo Figlio con lui.

I loro fratelli condividono il suo nome e così sono uniti da un vincolo nel quale trovano la loro identità.

Il nome di tuo padre ti ricorda chi sei incluso in un mondo che non lo sa e incluso quando tu stesso non lo hai ricordato.

2.  Il nome di Dio non può essere sentito senza che possa suscitare una risposta, né può essere pronunciato senza che si possa produrre un eco nella mente che ti esorta a ricordare.

Dì il Suo Nome e starai invitando gli angeli a circondare il luogo nel quale ti trovi adesso e cantarti man mano che aprono le loro ali per mantenerti in salvo e proteggerti da qualsiasi pensiero del mondo che volesse contaminare la tua santità.

3. Ripeti il nome di Dio e il mondo intero risponderà abbandonando le illusioni.

Ogni sogno che ha il mondo in grande stima all'improvviso sparirà.

E lì dove sembrava essere troverai una stella, un miracolo di grazia.

I malati si alzeranno, guariti dai loro pensieri negativi.

I ciechi potranno vedere e i sordi ascoltare.

Quelli che soffrono abbandoneranno il periodo di dolore e le loro lacrime di dolore si asciugheranno quando la risata di felicità arriverà a benedire il mondo.

4. Ripeti il Nome di Dio e ogni nome banale smetterà di avere significato.

Di fronte al Nome di Dio ogni tentazione diventa qualcosa che non si desidera ed è senza nome.

Ripeti il Suo Nome e vedrai quanto facilmente dimenticherai i nomi di tutti i dei che veneravi.

Perché avranno perso il nome di dio che tu gli davi.

Diventeranno anonimi e smetteranno di essere importanti per te sebbene prima hai lascito che il nome di Dio fosse rimpiazzato dai loro nomi banali.

5. Ripeti il nome di Dio e invoca il tuo essere, il cui nome è quello tuo.

Ripeti il suo nome e tutte le cose insignificanti e senza nome nelle terra saranno viste nella sua corretta prospettiva.

Quelli che invocano il nome di Dio non possono confondere ciò che non ha nome con il Nome, il peccato con la grazia, né il corpo con il santo Figlio di Dio.

E se ti unisci a un fratello mentre ti siedi con lui in silenzio e ripeti dentro la tua mente quieta, il Nome di Dio insieme a lui, avrai edificato lì un altare che si alza verso Dio stesso e verso suo Figlio.

6. Oggi pratica solo questo.

Ripeti in nome di Dio lentamente, una e un’altra volta.

Dimentica qualsiasi altro nome che non sia quello suo.

Non ascoltare nient’altro.

Lascia che tutti i tuoi pensieri possano ancorare in questo.

Non useremo nessun’altra parola, eccetto all'inizio, quando ripeteremo l’idea di oggi una sola volta.

E allora il nome di Dio diventa il nostro unico pensiero, la nostra unica parola, l’unica cosa che occupa le nostre menti, il nostro unico desiderio, l’unico suono che ha significato e l’unico nome di tutto ciò che desideriamo vedere e di tutto ciò che vogliamo considerare nostro.

7. In questa maniera estendiamo un invito che non può essere mai rifiutato.

Dio verrà ed Egli stesso risponderà a esso.

Non pensare che Egli ascolta le banali preghiere di quelli che li invocano con i nomi di idoli che il mondo ha in grande stima.

In questo modo non potranno mai arrivare ad Egli.

Dio non può ascoltare petizioni che gli chiedono di non essere Egli stesso, o che suo figlio riceva altro nome che non sia quello suo.

8. Ripeti il nome di Dio e lo starai riconoscendo come l’unico creatore della realtà.

E starai riconoscendo nella stessa maniera che Suo Figlio è parte di Egli e che può creare a Suo Nome.

Siediti in silenzio e lascia che il Suo nome diventi l’idea che avvolge tutto e che assorbe la tua mente per intero.

Silenzia ogni pensiero eccetto questo.

Lascia che questa sia la risposta a qualsiasi altro pensiero e osserva come il nome di Dio rimpiazza i mille nomi che hai dato a tutti i tuoi pensieri, senza renderti conto che c’è solo un nome per tutto ciò che esiste e che mai esisterà.

9. Oggi puoi raggiungere uno stato nel quale sperimenterai il dono della grazia.

Puoi scappare da tutti i legami del mondo e offrire a questo la stessa liberazione che hai trovato.

Puoi ricordare ciò che il mondo ha dimenticato e offrirgli ciò che tu hai ricordato.

Puoi anche accettare il ruolo che ti corrisponde di disimpegnare nella sua salvezza, così come nella tua propria.

Entrambi possono essere raggiunte perfettamente.

10. Ricorri al nome di Dio per la tua liberazione e ti sarà concessa.

Non è necessario altra preghiera che questa, perché racchiude dentro se stessa tutte le altre.

Le parole sono irrilevanti e la petizioni non necessarie, quando il figlio di Dio invoca il nome di suo padre.

I pensieri di suo padre diventano i suoi propri.

Il figlio di Dio rivendica il suo diritto a tutto ciò che suo padre gli ha dato, gli da ancora e gli darà eternamente.

Invoca suo padre per lasciare che tutte cose che ha creduto di aver fatto possano rimanere senza nome adesso e al suo posto il santo nome di Dio possa diventare il giudizio che lui ha dell'insignificanza di tutte loro.

11. Tutto ciò che è insignificante è silenziato.

I piccoli suoni adesso sono inudibili.

Tutte le cose banali nella terra sono sparite.

L’universo consiste unicamente nel Figlio di Dio che invoca Suo Padre.

La voce di Suo Padre risponde nel santo nome di Suo Padre.

La pace eterna si trova in questa eterna e serena relazione, nella quale la comunicazione trascende tutte le parole e tuttavia supera in profondità e altezza tutto quello che le parole non hanno potuto mai comunicare.

Vogliamo sperimentare oggi questa pace nel nome di nostro padre.

E nel suo nome ci sarà concessa.

Un corso di miracoli.Se hai qualche dubbio, hai bisogno di qualsiasi spiegazioni mandami un email.  Mi puoi trovare anche su Facebook. Grazie ti amo. 

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.

Post più popolari