Cercare nel blog.

venerdì 12 giugno 2015

Lezione 164 del libro di esercizio. Adesso siamo Uno con Quello che è la nostra Fonte.

Sat Nam bello essere! Respira profondamente e apri la tua mente all'idea di oggi. Chiudi gli occhi di a te stesso: riposo in Dio. Senti quella presenza divina che è dentro della tua mente e chiedi: Spirito Santo che sei nella mia mente aiutami a capire questa idea di oggi. Aiutami ad essere ogni istante nel presente, osservando ogni cosa che succede nella mia mente per poter comprendere che nulla è reale e liberarmi. Grazie ti amo.
Lezione 164.           
Adesso siamo Uno con Quello che è la nostra Fonte.
1. In quale altro momento se non adesso può essere riconosciuta la verità?

Il presente è l'unico tempo che c'è.

Adesso in questo stesso istante, adesso possiamo contemplare ciò che si trova lì eternamente, non di fronte alla nostra vita ma di fronte agli occhi di Cristo.

Egli guarda oltre il tempo e vede l'eternità rappresentata lì.

Egli sente i suoni che genera il demente e il frenetico mondo, anche se molto lievemente.

Perché oltre di loro si sente l'inno dei Cieli e la Voce che parla per Dio con più chiarezza, con più senso e più vicino.

2. Il mondo sparisce facilmente di fronte alla tua vista.

I loro suoni diventano più tenui.

Una melodia che procede oltre il mondo diventa ogni volta più chiara: una chiamata ancestrale alla quale Cristo dà una risposta ancestrale.

Tu riconoscerai tanto una come l'altra, perché non sono che le tue proprie risposte alla chiamata che ti fa Tuo Padre.

Cristo risponde per te, facendo eco del tuo Essere, usando la tua voce per dare il Suo giubiloso acconsentimento e accettando la liberazione per te.

3. Quanto sante sono le tue pratiche oggi, nel darti Cristo la Sua Visione, nell'ascoltare per te e nel rispondere nel tuo nome alla chiamata che Egli sente.

Quanto sereni sono i momenti che trascorri con Egli oltre il mondo!

Quanto facilmente dimentichi tutti i tuoi apparenti peccati e smetti di ricordare tutti i tuoi dolori.

Questo giorno si lasciano da parte tutte le sofferenze, perché oggi accetterai il dono che Egli ti dà.

Ti risulteranno chiari i suoni e vedrai le cose che vengono da quello che è molto vicino a te che del mondo.

4. C'è un silenzio che il mondo non può turbare.

C'è una pace ancestrale che porti nel tuo cuore e che non hai perso mai.

C'è in te una sensazione di santità che il pensiero di peccato non ha infangato mai.

Oggi ricorderai tutto ciò.

La fede con la quale praticherai oggi ti darà ricompense tanto grandi e tanto radicalmente differenti da tutte le cose che prima perseguitavi, che saprai che lì è il tuo tesoro e il tuo riposo.

5. Questo giorno è il giorno che tutte le banali immaginazioni si scorrono, come se si trattasse di una tenda, per rivelare ciò che si trova tra di loro.

Adesso si fa visibile ciò che in realtà è lì, mentre tutte le ombre che sembravano di nasconderlo semplicemente si immergono nel nulla.

E attraverso il Suo giudizio, si schiererà di fronte ai tuoi occhi un mondo di perfetta innocenza.

Adesso lo contemplerai con gli occhi di Cristo.

Adesso la sua trasformazione ti risulterà evidente.

6. Fratello questo è un giorno sacro per il mondo.

La visione che ti è stata concessa, la quale viene da oltre tutte le cose del mondo, la contemplerai adesso sotto una nuova luce.

E ciò che vedrai diventerà la guarigione e la salvezza del mondo.

Tanto quello che è di valore come quello che è insignificante è percepito e riconosciuto come quello che è.

E ciò che è degno del tuo amore riceve il tuo amore e non rimane niente che tu possa temere.

7. Oggi non giudichiamo, non riceviamo se non quello che ci arriva da un giudizio che è stato emesso da oltre il mondo.

Le nostre pratiche di oggi diventano il regalo di gratitudine per la nostra liberazione dalla cecità e la sofferenza.

Tutto ciò che vediamo non farà che aumentare la nostra gioia, perché la loro santità rifletta la nostra.

Ci alziamo perdonati di fronte agli occhi di Cristo tale come il mondo si alza perdonato di fronte ai nostri.

Benediciamo il mondo nel contemplarlo nella luce, nella quale il nostro salvatore contempla noi e dove offriamo la libertà che ci è stata data attraverso la sua visione redenta, non attraverso la nostra.

8. Scorre la tenda durante le tue pratiche riconoscendo semplicemente tutto ciò che credi di desiderare.

Lascia da parte i tuoi frivoli tesori e lascia anche uno spazio timido nella tua mente, dove Cristo possa venire a offrire a te il tesoro della salvezza.

Egli ha bisogno della tua santissima mente per salvare il mondo.

Forse non è questo un proposito degno di essere il tuo obbiettivo?

Non è la visione di Cristo qualcosa degna di cercare, invece di tutti gli obbiettivi del mondo che non producono nessuna soddisfazione?

9. Non lasciare che questo giorno trascorra senza che i regali che Egli ha riservato per te possano ricevere la tua approvazione e accettazione.

Se li riconosci potremmo cambiare il mondo.

Forse non puoi vedere il valore che la tua accettazione di loro offre al mondo.

Però senza dubbi vuoi questo: poter cambiare adesso ogni sofferenza per la gioia.

Pratica con fervore e questo sarà il tuo regalo.

Potrebbe Dio ingannare te?

Potrebbe smettere di compiere la Sua promessa?

Negheresti il posto che ti chiede quando le Sue Mani offrono a Suo Figlio la salvezza per intero.

Un corso di miracoli.
Se hai qualche dubbio, hai bisogno di qualsiasi spiegazioni mandami un email.  Mi puoi trovare anche su Facebook. Grazie ti amo. 

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.

Post più popolari