Cercare nel blog.

martedì 19 maggio 2015

Lezione 140 del libro di esercizio. La salvezza è l'unica cosa che guarisce.

Sat Nam bello essere! 

Respira profondamente e apri la tua mente all'idea di oggi. 


Chiudi gli occhi  di a te stesso: riposo in Dio. Senti quella presenza divina che è dentro della tua mente e chiedi:


Perdonaci le nostre illusioni, Padre e aiutaci ad accettare la nostra vera relazione con te, nella quale non ci sono illusioni e nella quale non può mai entrare nessuna. La nostra santità è la Tua. Cosa può avere in noi che abbia la necessità di perdono se il Tuo perdono è perfetto? Il sogno della dimenticanza non è che la nostra negativa a ricordare il Tuo perdono e il Tuo Amore. Non ci lasci cadere nella tentazione, perché la tentazione del Figlio di Dio non è la Tua Volontà. E permettici ricevere unicamente ciò che tu hai dato e accettare soltanto questo nelle menti che sono state create da Te e che ami. Grazie ti amo
Lezione 140                        
La salvezza è l'unica cosa che guarisce.
1. La parola “guarire” non può essere applicata a nessun rimedio che il mondo considera di beneficio.

Ciò che il mondo vede come un rimedio terapeutico è solo quello che fa che il corpo si senta meglio.

Però quando cerca di guarire, la mente non la considera come qualcosa di separato dal corpo, nel quale crede che essa esiste.

I suoi mezzi di guarigione, pertanto non possono sostituire una illusione da un'altra.

Una credenza nella malattia adotta un'altra forma e in questa maniera il paziente si vede adesso sano.

2. Però non è stato guarito.

Semplicemente ha sognato che era malato e nel sogno ha trovato una formula magica per ristabilirsi.

Sebbene non si è risvegliato dal sogno, in modo che la sua mente continua nello stesso stato di prima.

Non ha visto la luce che lo potrebbe risvegliare e mettere fine al suo sogno.

Quale importanza ha in realtà il contenuto di un sogno?

Perché uno è addormentato o sveglio.

In questi non ci sono termini di mezzo.

3. I dolci sogni che lo Spirito Santo offre sono differenti da quelli del mondo, dove l'unica cosa che uno può fare è sognare che è sveglio.

I sogni che il perdono permette alla mente di vedere non inducono a una altra forma di sogno, al fine che quello che sta sognando possa sognare un'altro sogno.

I suoi sogni felici sono gli araldi di cui la verità è entrata nella sua mente.

Ti conducono dal sogno verso un dolce risveglio in modo che tutti i tuoi sogni spariscono.

E così guariscono per tutta l'eternità.

4. L'Espiazione guarisce assolutamente e guarisce ogni tipo di malattia.

Perché la mente che capisce che la malattia non è che un sogno non si lascia ingannare da nessuna delle forme che il sogno possa adottare.

Dove non c'è colpevolezza non può esserci malattia, perché questa non è che un'altra forma di colpevolezza.

L'Espiazione non guarisce il malato, perché quello non è guarigione.

Però si elimina la colpevolezza che era quello che faceva possibile la malattia.

E quella è certamente guarigione.

Perché adesso la malattia è sparita e non rimane niente a cui poter ritornare.

5. Che la pace sia con te che sei stato guarito in Dio e non nei sogni banali!

Perché la guarigione deve procedere dalla santità e la santità non può trovarsi lì dove è concesso valore al peccato.

Dio dimora nei templi santi.

Lì dove è entrato il peccato è impedita la entrata a Dio.

Nonostante non c'è nessun luogo nel quale Egli non possa essere.

Pertanto il peccato non ha una casa dove potersi nascondere dalla Sua beneficenza.

Non c'è luogo nel quale la santità sia assente, né nessuno dove il peccato e la malattia possa dimorare.

6. Questo è il pensiero che guarisce.

Non fa distinzione tra una irrealtà e un'altra.

Non cerca neanche di guarire ciò che non è malato, per il fatto di essere cosciente dove c'è la necessità di guarigione.

Questo non è magia.

È semplicemente una chiamata alla verità, la quale non può smettere di guarire e guarire per sempre.

Non è un pensiero che giudica una illusione dalla sua misura, la sua apparente serietà e per niente che possa essere relazionato con la forma in cui si manifesta.

Semplicemente si concentra in ciò che è e sa che nessuna illusione può essere reale.

7. Non cercare oggi di guarire ciò che non può essere malato.

La guarigione deve essere cercata lì dove si trova e allora essere applicata a ciò che è malato perché possa guarire.

Nessuno dei rimedi che il mondo somministra può produrre cambiamento alcuno in niente.

La mente che porta le sue illusioni di fronte alla verità cambia in realtà.

Non c'è altro cambiamento che questo.

Perché come può una illusione essere differente da un'altra se non negli attributi che non hanno sostanza, realtà, nucleo, né niente che possa essere veramente differente?

8. Ciò che oggi ci proponiamo è cercare di cambiare di mentalità rispetto a ciò che costituisce la fonte della malattia, perché ciò che cerchiamo è una cura per tutte le illusioni e non soltanto alternare tra una e l'altra.

Oggi cercheremo di trovare la fonte della guarigione, la quale si trova nelle nostre menti perché nostro padre le ha messo lì per noi.

È tanto vicino a noi, come è impossibile che si possa perdere.

Soltanto necessitiamo di cercarla e la troveremo.

9. Oggi non ci lasceremo ingannare da ciò che ci sembra che è malato.

Oggi andremo oltre le apparenze fino ad arrivare alla fonte della guarigione, nella quale niente è escluso.

Avremo successo man mano che ci renderemo conto che non possiamo mai fare distinzioni di validità tra ciò che è falso e ciò che è ugualmente falso.

In questo non ci sono gradi, né nessuna credenza di ciò che non esiste può essere più vera in alcune delle sue forme che nell'altra.

Tutte le illusioni sono false e possono essere guarite precisamente perché non sono la verità.

10. Così lasciamo da parte i nostri amuleti, i nostri talismani e medicina, così come i nostri incantesimi e trucchi magici del tipo che siamo.

Semplicemente rimarremo in perfetta quiete ad ascoltare la Voce della guarigione, la quale guarirà tutti i mali come se fossero uno solo e ristabilirà la mente sana del Figlio di Dio.

Questa è l'unica Voce che può guarire.

Oggi ascolteremo una sola Voce, la quale ci parla della verità nella quale ogni illusione finisce e la pace ritorna alla eterna e serena dimora di Dio.

11. Ci risveglieremo ascoltando Egli, e permetteremo che ci possa parlare durante cinque minuti all'inizio del giorno, il quale concluderemo ascoltandolo di nuovo durante cinque minuti prima di andare a dormire.

La nostra unica preparazione consisterà nel lasciare da parte i pensieri che costituiscono una interferenza, non separatamente ma tutti in una volta.

Perché tutti sono la stessa cosa.

Non c'è bisogno di fare distinzioni tra di loro e ritardare così il momento in cui potremo ascoltare il nostro Padre parlarci.

Lo ascoltiamo adesso.

Oggi veniamo a Egli.

12. Senza niente nelle nostre mani a cui aggrapparci e con il cuore esaltato e la mente attenta, preghiamo:

La salvezza è l'unica cosa che guarisce.

Parlaci Padre per poter essere guariti.

E sentiamo la salvezza coprirci con amorevole protezione e con pace tanto profonda che nessuna illusione potrebbe disturbare le nostre menti, né offrirci prove che è reale.

Questo è ciò che impareremo oggi.

Ripeteremo ogni ora la nostra preghiera di guarigione e quando l'orologio darà l'ora dedicheremo un minuto ad ascoltare la risposta alla nostra preghiera che ci è data, man mano aspettiamo felicemente in silenzio.

Oggi è il giorno in cui ci arriva la guarigione.
Oggi è il giorno in cui alla separazione arriva la fine e nel quale ricordiamo Chi siamo in verità. Un corso di miracoli.

Se hai qualche dubbio, hai bisogno di qualsiasi spiegazioni mandami un email.  Mi puoi trovare anche su Facebook. Grazie ti amo. 

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.

Post più popolari