Cercare nel blog.

lunedì 13 aprile 2015

Lezione 104 del libro di esercizio. Cerco unicamente ciò che in verità mi appartiene.

Sat Nam bello essere! Respira profondamente e apri la tua mente all'idea di oggi. 

Chiudi gli occhi  di a te stesso: riposo in Dio. Senti quella presenza divina che è dentro della tua mente e chiedi:

Spirito Santo che sei nella mia mente aiutami a capire questa idea di oggi. 

Aiutami ad essere ogni istante nel presente, osservando ogni cosa che succede nella mia mente per poter comprendere che nulla è reale e liberarmi. Grazie ti amo!
Lezione 104                                                                                            
Cerco unicamente ciò che in verità mi appartiene.
Audio.
Versione guidata mp3

1. L'idea di oggi continua con il tema che la gioia e la pace non sono i sogni banali.

Hai diritto a loro per ragione di ciò che sei.

Ti arrivano da Dio, Chi non può smettere di darti ciò che Egli dispone.

Però prima deve essere preparato un luogo dove ricevere i Suoi doni.

Perché questi non sono ben accolti dalla mente che ha accettato i regali che essa stessa ha fabbricato, lì dove soltanto quelli di Dio possono stare.

2. Oggi vogliamo disfarci di ogni regalo inutile che noi stessi abbiamo fabbricato e depositato di fronte al santo altare dove soltanto i doni di Dio devono esserci.

I Suoi doni sono quelli che in verità sono nostri.

I Suoi doni sono quelli che abbiamo ereditato da prima che il tempo iniziasse e sono quelli che continueranno ad esserci dopo che il tempo sarà diventato l'eternità.

I Suoi doni sono quelli che si trovano in noi adesso perché sono atemporali.

E non dobbiamo aspettare che possano essere nostri. 

Perché sono nostri adesso.

3. Scegliamo pertanto di averli adesso, sapendo che scegliendoli invece di ciò che noi stessi abbiamo fabbricato stiamo unendo la nostra volontà con quella di Dio e stiamo riconoscendo che entrambi dispongono della stessa cosa.

I nostri periodi di pratiche più lunghi di oggi, i cinque minuti di ogni ora li dedichiamo alla verità per la tua salvezza, devono iniziare con la seguente cosa:

Cerco unicamente ciò che in verità mi appartiene e la gioia e la pace sono la mia eredità.

Lascia da parte allora i conflitti del mondo che offrono altri regali e altri obbiettivi che soltanto possono perseguitarsi in un mondo di sogni e che sono composti di illusioni, le quali danno testimonianza di esso.

4. Lasciamo tutto ciò da parte e nel loro posto cerchiamo quello che veramente è nostro

Chiediamo di poter riconoscere ciò che Dio ci ha dato.

Liberiamo nelle nostre menti un santo luogo di fronte al Suo altare, nel quale i Suoi doni di pace e di felicità sono ben ricevuti e al quale veniamo a rincontrare ciò che Egli ci ha dato.

Veniamo pieni di fiducia oggi, cosciente che ciò che Egli dà è ciò che in verità ci appartiene.

E non desideriamo nient'altro, perché non c'è nient'altro che in verità ci appartenga.

5. In questa maniera liberiamo oggi il cammino per Egli nel riconoscere semplicemente che la Sua Volontà è stata compiuta e che la gioia e la pace ci appartengono per il fatto di essere i Suoi eterni doni.

Non ci permetteremo di perderli di vista tra ognuno dei periodi in cui veniamo a cercarli, lì dove Egli gli ha depositati.

Porteremo alla memoria il seguente promemoria spesso come potremo:

Cerco unicamente ciò che in verità mi appartiene.

L'unica cosa che voglio sono i doni della gioia e la pace di Dio. Un corso di miracoli.

Se hai qualche dubbio, hai bisogno di qualsiasi spiegazioni mandami un email.  Mi puoi trovare anche su Facebook. Grazie ti amo.  

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.

Post più popolari