Cercare nel blog.

giovedì 19 marzo 2015

Lezione 79 del libro di esercizio. Voglio riconoscere il problema in modo che possa essere risolto.


Sat Nam bello essere! Respira profondamente e apri la tua mente all'idea di oggi.  

No ti lasciare ingannare oggi dalla forma in cui si possano presentare i problemi. 

Ogni volta che ti possa sembrare di avere una difficoltà di subitoVoglio riconoscere questo problema perché possa essere risolto. 

Cerca allora di sospendere ogni giudizio rispetto a ciò che è il problema. 

Di essere possibile chiudi gli occhi per un attimo e chiedi qual è il problema. 

Sarai ascoltato e riceverai la risposta Chiudi gli occhi  di a te stesso: riposo in Dio. 

Senti quella presenza divina che è dentro della tua mente e chiedi: Spirito Santo che sei nella mia mente aiutami a capire questa idea di oggi.  

Aiutami ad essere ogni istante nel presente, osservando ogni cosa che succede nella mia mente per poter comprendere che nulla è reale e liberarmi. Grazie ti amo!
Lezione 79
Voglio riconoscere il problema in modo che possa essere risolto.

1. Non puoi risolvere un problema a meno che tu possa sapere di cosa si tratta.

Incluso se è stato già risolto lo continuerai ad avere perché non riconoscerai che è stato risolto.

Questa è la situazione del mondo.

Il problema della separazione, che è in realtà l'unico problema che c'è, perché è stato risolto.

Nonostante la soluzione non è stata riconosciutaperché non è stato riconosciuto il problema.

2. In questo mondo ognuno sembra di avere i suoi propri problemi.

Però tutti loro sono lo stesso problema e devono essere riconosciuti che sono lo stesso se è che deve essere accettata l'unica soluzione che può risolvere tutti.

Allora chi può rendersi conto che un problema è stato risolto se pensa che il problema è un'altra cosa?

Tuttavia se è data la risposta non potrebbe vedere la sua rilevanza.

3. Questa è la situazione nella quale ti trovi adesso.

Disponi della risposta ma ancora non sei sicuro di qual'è il problema.

Sembri di essere di fronte a una lunga serie di problemi, i quali sono tutti differenti tra di loro e quando uno è risolto sorge un altro e dopo un altro ancora.

Non sembra di avere una fine.

In nessun momento ti senti completamente libero dai problemi e in pace.

4. La tentazione di considerare che i problemi sono molti è la tentazione di lasciare il problema della separazione senza risolvere.

Il mondo sembra di presentare te una folla di problemi e ognuno sembra di aver bisogno di una soluzione distinta.

Questa percezione ti mette in una posizione nella quale la tua maniera di risolvere i problemi non può che essere inadeguata, facendo così che il fallimento sia inevitabile.

5. Nessuno potrebbe risolvere tutti i problemi che il mondo sembra di avere.

Questi sembrano manifestarsi in tanti livelli, in forme tanto variabili e con contenuti tanto diversi che credi di essere di fronte a una situazione impossibile.

Tale e come li vedi, lo scoraggiamento e la depressione sono inevitabili.

Alcuni sorgono inaspettatamente giusto quando credevi di aver risolto gli anteriori.

Altri rimangono senza risolvere sotto una nuvola di negazione e emergono occasionalmente per tormentarti, però solo per tornare a rimanere nascosto ma ancora senza risolvere.

6. Tutta questa complessità non è che un tentativo disperato di non voler riconoscere il problema e pertanto di non permettere che possa essere risolto.

Se potessi riconoscere che sia quale sia la forma in cui si possa manifestare, l'unico problema che hai è quello della separazione, accetteresti la risposta, giacché vedresti la sua rilevanza.

Se ti rendesi conto del comune denominatore che è sottostante tutti i tuoi problemi di cui sembri di dover affrontare, capiresti che disponi dei mezzi per risolverli tutti.

Utilizzeresti i mezzi perché avresti già riconosciuto il problema.

7. Nelle nostre sessioni di pratiche più lunghe di oggi chiederemo qual'è il problema e qual'è la sua soluzione.

Non assumeremo che già lo sappiamo.

Cercheremo di liberare le nostre menti dagli innumerevoli tipi di problemi che crediamo di avere.

Cercheremo di renderci conto che abbiamo solo un problema, il quale non abbiamo riconosciuto ancora.

Chiederemo qual'è quel problema e aspetteremo la risposta.

Questa sarà data.

Dopo chiederemo qual'è la soluzione.

E questa ci sarà data anche.

8. Gli esercizi di oggi saranno fruttuosi nella misura in cui non insisterai nel voler definire il problema.

Forse non riuscirai ad abbandonare tutte le tue idee preconcette ma questo non sarà necessario.

L'unica cosa che è necessaria è porre in dubbio anche sia minimamente la realtà della tua versione di ciò che sono i tuoi problemi.

Stai cercando di renderti conto che nel riconoscere il problema ti viene data la risposta, in modo che il problema e la risposta possono essere riconciliati e tu possa rimanere in pace.

9. Le sessioni di pratiche corte di oggi non saranno governate dall'orologio ma dalla necessità.

Oggi vedrai molti problemi e ognuno di loro sembrerà di aver bisogno di una soluzione distinta.

I nostri sforzi saranno verso il riconoscimento che non c'è che un solo problema e una sola soluzione.

Con questo riconoscimento sono risolti tutti i tuoi problemi.

Con questo riconoscimento arriva la pace.

10. No ti lasciare ingannare oggi dalla forma in cui si possano presentare i problemi.

Ogni volta che ti possa sembrare di avere una difficoltà di subito:

Voglio riconoscere questo problema perché possa essere risolto.

Cerca allora di sospendere ogni giudizio rispetto a ciò che è il problema.

Di essere possibile chiudi gli occhi per un attimo e chiedi qual è il problema. Sarai ascoltato e riceverai la risposta. Un corso di miracoli.

Se hai qualche dubbio, hai bisogno di qualsiasi spiegazioni mandami un email.  Mi puoi trovare anche su Facebook. Grazie ti amo. 

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.

Post più popolari