Cercare nel blog.

mercoledì 18 marzo 2015

Lezione 78 del libro di esercizio. Che i miracoli possano rimpiazzare tutti i miei risentimenti.



Sat Nam bello essere! Respira profondamente e apri la tua mente all'idea di oggi. 

Dio ti ringrazia per questi momenti di pace in cui lasci da parte le tue immagini per poter vedere nel loro posto il miracolo dell'amore che lo Spirito Santo ti fa vedere.

Il mondo e il Cielo ti ringraziano. 

Permetti che ogni persona con cui ti troverai oggi o a cui pensi o ricordi del passato possa assumere il ruolo di salvatore, in modo che tu lo possa condividere con lui.

Per te e per lui così come per tutti quelli che ancora non possono vedere preghiamo

Che i miracoli possano rimpiazzare tutti i miei risentimenti

Chiudi gli occhi  di a te stesso: riposo in Dio. Senti quella presenza divina che è dentro della tua mente e chiedi:  


Spirito Santo che sei nella mia mente aiutami a capire questa idea di oggi. Aiutami ad essere ogni istante nel presente, osservando ogni cosa che succede nella mia mente per poter comprendere che nulla è reale e liberarmi. Grazie ti amo!
Lezione 78                                                                                       
Che i miracoli possano rimpiazzare tutti i miei risentimenti!
Audio mp3.
Versione guidata mp3.

1. Forse ancora non è completamente chiaro per te il fatto che con ogni decisione che prendi stai scegliendo tra un risentimento e un miracolo.

Ogni risentimento si alza come se fosse un tenebroso scudo di odio di fronte al miracolo che vuole nascondere.

E nell'alzarlo di fronte ai tuoi occhi non puoi vedere il miracolo che si trova dietro di esso.

Questo nonostante continua ad aspettare te lì nella luce, ma invece di questo ciò che contempli sono i tuoi risentimenti.

2. Oggi andremo oltre i risentimenti per contemplare il miracolo invece di vedere loro.

Invertiremo la maniera in cui vedi non permettendo che la tua vista si possa fermare prima di poter vedere.

Non aspetteremo di fronte allo scudo di odio invece lo lasceremo cadere e soavemente alzeremo gli occhi in silenzio per contemplare il Figlio di Dio.

3. Lui ti aspetta dietro i tuoi risentimenti e man mano che lasci questi da parte lui comparirà radioso di luce invece di vederlo nel posto che prima occupavano ognuno di loro.

Perché ogni risentimento costituisce uno ostacolo alla visione, però man mano che sono eliminati potrai vedere il Figlio di Dio dove lui è stato sempre.

Lui si trova nella luce però tu eri nelle tenebre.

Ogni risentimento faceva che le tenebre fossero più tenebrose le quali ti impedivano di vedere.

4. Oggi cercheremo di vedere il Figlio di Dio.
 
Non fingeremo di essere ciechi per non vederlo. 

Non contempleremo i nostri risentimenti.

Così è come sarà invertita la maniera di vedere il mondo, nel dirigere il nostro sguardo verso la verità e separarla dalla paura.

Sceglieremo qualcuno che è stato oggetto dei tuoi risentimenti e lasciando questi da parte, lo contempleremo.

Forse è qualcuno di cui hai timori o anche odi, o qualcuno che credi di amare però che ti ha disgustato. 

Qualcuno che chiami amico però che in alcune occasioni ti risulta pesante o difficile da compiacere.

Qualcuno che è esigente, irritante o che non si adegua all'ideale che dovrebbe accettare come suo in accordo con il ruolo che tu gli hai assegnato.

5. Sai già di chi si tratta: il suo nome è arrivato già alla tua mente.

In lui è in chi chiediamo che ti sia fatto vedere il Figlio di Dio.

Nel contemplarlo senza i risentimenti che hai avuto contro di lui, scoprirai che ciò che era nascosto, quando non lo potevi vedere, si trova in tutti e si può vedere.

Lui che era un nemico è più che un amico quando è in libertà di assumere il santo ruolo che lo Spirito Santo le ha assegnato.

Lascia che lui sia oggi il tuo salvatore.

Tale è la sua funzione nel piano di Dio, Tuo Padre.

6. Nelle nostre sessioni di pratica più lunghe di oggi lo vedremo assumendo  questo ruolo.

Però prima cerca di mantenere la sua immagine nella tua mente tale e come la vedi adesso.

Esamina i suoi difetti, le difficoltà che hai avuto con lui, il dolore che ti ha causato, la sua disattenzione e tutti i disgusti grandi e piccoli che ti ha causato.

Contempla le imperfezioni del suo corpo così come le sue caratteristiche che lo fanno diventare attrattivo e pensa ai suoi errori e anche ai suoi “peccati”.

7. Chiediamo allora, a Quello che conosce la realtà e la verità di questo Figlio di Dio, che ci conceda di poterlo contemplare in un'altra maniera e di vedere il nostro salvatore splendente nella luce del vero perdono, che ci è stato concesso.

Nel santo Nome di Dio e in quello di Suo Figlio che è tanto santo come Egli e chiedi:

Voglio contemplare il mio salvatore in questo che Tu hai designato come quello a cui devo chiedere di guidarmi fino alla santa luce nella quale lui si trova, in modo da potermi unire a lui.

Gli occhi del corpo sono chiusi e mentre pensi in quello che ti ha fatto del male, lascia che la tua mente possa vedere la luce che brilla in lui, oltre i tuoi risentimenti.

8. Ciò che hai chiesto non ti può essere negato.

Il tuo salvatore è stato ad aspettare questo da tanto tempo.

Lui vuole essere libero e fare che la sua libertà sia anche quella tua.

Lo Spirito Santo si estende da lui fino a te e non vede alcuna separazione nel Figlio di Dio.

E ciò che vede attraverso Egli libererà entrambi.

Mantieniti tranquillo adesso e contempla il tuo radioso salvatore.

Nessun oscuro risentimento può adesso annuvolare la visione che hai di lui.

Hai permesso allo Spirito Santo di esprimere attraverso quel fratello il ruolo che Dio ha assegnato a Egli, perché tu possa salvarti.

9. Dio ti ringrazia per questi momenti di pace in cui lasci da parte le tue immagini per poter vedere nel loro posto il miracolo dell'amore che lo Spirito Santo ti fa vedere.

Sia il mondo che il Cielo ti ringraziano, perché neanche uno solo dei Pensieri di Dio non può che darti felicità per la tua salvezza e per quella del mondo insieme a te.

10. Ricorderemo questo durante tutto il giorno e assumeremo il ruolo che ci è stato assegnato come parte del piano di Dio per la salvezza e non quello nostro.

La tentazione sparisce quando permettiamo che ogni persona che troviamo sia il nostro salvatore, e quando negheremo di nascondere la sua luce tra lo schermo dei nostri risentimenti.

Permetti che ogni persona con cui ti troverai oggi o a cui pensi o ricordi del passato possa assumere il ruolo di salvatore, in modo che tu lo possa condividere con lui.

Per te e per lui così come per tutti quelli che ancora non possono vedere preghiamo:

Che i miracoli possano rimpiazzare tutti i miei risentimentiUn corso di miracoli.

Se hai qualche dubbio, hai bisogno di qualsiasi spiegazioni mandami un email.  Mi puoi trovare anche su Facebook. Grazie ti amo. 


Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.

Post più popolari