Cercare nel blog.

domenica 4 gennaio 2015

Lezione 5 del libro di esercizio. Non sono mai disgustato per la ragione che credo.

Sat Nam bello essere! Ringraziamo per un nuovo giorno di opportunità e di poter pratticare questo Corso di Miracoli attraverso la lezione di oggi. 

Ogni giorno abbiamo una lezione del libro di esercizio e una del libro di testo. 

Il libro di testo è una base per poter capire le idee del libro di esercizio. Perciò ti consiglio di leggerli entrambi.

Anche se questo corso non ti chiede niente che tu non possa fare, hai bisogno di impegnarti ma in un modo rilassato e senza prendertela troppo in serio. 

Una volta hai capito che tutto questo che fai è semplicemente un regalo che fai a te stesso, capisci subito  che non è un problema farlo, ma una gioia.

Una cosa che mi è servito di aiuto per ricordare di riservare durante la mia giornata alcuni spazi per respirare, per chiudere gli occhi e permettermi di sentire la presenza di Dio è quello di programmare la sveglia del mio cellulare e dopo aver sentivo il suono, entravo nel mio spazio interiore. 

E' un tempo per sentire la pace, l'amore in mezzo alle faccende del giorno. 

Una volta ti sei abituato a vivere nel presente niente di queste cose saranno già necessarieperché vivrai in una continua meditazione, in comunione con chi veramente sei

Dopo non avrai nessun bisogno di programmare niente perc tutto accadrà automaticamente. Grazie.Ti amo.
Respira profondamente e apri la tua mente all'idea di oggi

Chiudi gli occhi  di a te stesso: riposo in Dio. Senti quella presenza divina che è dentro della tua mente e chiedi allo Spirito Santo di aiutarti ad accettare questa idea e poter capire tutto ciò che leggerai nella giornata di oggi. 

Spirito Santo che sei nella mia mente aiutami a capire questa idea di oggi che dice che non vedo le cose come sono adesso, aiutami ad essere ogni istante nel presente, osservando ogni cosa che succede nella mia mente per poter comprendere che nulla è reale e liberarmi. Grazie ti amo!

Lezione 5.  Libro di esercizio.

Link lezione libro di testo: Principi del Corso di miracoli. Parte 3.

Non sono mai disgustato per la ragione che credo.

1. Questa idea, come la precedente può essere applicata a qualsiasi persona, situazione o evento che credi che ti sta causando dolore.

Applicala specificamente a ciò che secondo te è la causa del dispiacere e usala per descrivere la sensazione, con il termine che ti possa sembrare più accurato.

Il fastidio può manifestarsi in forma di paura, preoccupazione, depressione, ansia, rabbia, odio, gelosia o innumerevoli altri modi ed ognuna di loro la vedrai come qualcosa di diverso.

Ma non è vero che sono diverse

Tuttavia fino a che non imparerai che la forma non importa, ciascuno di essi sarà la materia appropriata per gli esercizi di oggi.

Applicare la stessa idea a ciascuno di essi separatamente è il primo passo che ti porta a riconoscere infine che sono tutti uguali.

2. Quando applicherai l'idea di oggi a ciò che percepisci come la causa specifica di ogni forma di disgusto, utilizza il nome del disgusto qualsiasi esso sia, così come la causa che le attribuisci.

Ad esempio :

Non sono arrabbiato con ______ per la ragione che penso.
Non ho paura di __________ per il motivo che penso.

3. Ma ancora una volta questo non deve sostituire le sessioni di pratica in cui prima esamini la tua mente in cerca di ciò che secondo te sono le "cause" del disgusto e le forme di disgusto che secondo te risultano di loro.

4. In questi esercizi nella stessa maniera che nei precedenti, è possibile che sia più difficile per te essere imparziale ed evitare di dare più importanza ad alcuni temi rispetto ad altri.

Potresti trovare utile iniziare gli esercizi con la seguente affermazione:

Non ci sono piccoli disturbi.

Tutti disturbano la mia pace mentale nella stessa maniera.

Dopo cerca nella tua mente qualsiasi cosa che ti sta facendo soffrire, indipendentemente se stai soffrendo poco o molto.

5. E' possibile anche che ti sentirai meno disposto ad applicare l'idea di oggi ad alcune delle cause dei problemi che vedi invece che ad altri.

Se accade questo, pensa in primo luogo nella cosa seguente:

Non riesco a tenere questa forma di disgusto e nello stesso tempo lasciare andare le altre.

Alla fine di questi esercizi, quindi considero tutti come se fossero uguali.

6. Quindi cerca nella la tua mente per un minuto più o meno, e tenta di individuare le varie forme di disturbi che ti stanno inquietando, ignorando la relativa importanza che forse attribuisci a loro.

Applica l'idea per oggi a ciascuno di essi, utilizzando il nome della causa di disgusto così come la percepisci e la sensazione tale è come la stai sperimentando.

Di seguito sono riportati ulteriori esempi :

Io non sono preoccupato di _____ per la ragione che penso.
Io non sono depresso di _____ per la ragione che penso.

Tre o quattro volte al giorno saranno sufficienti. Un corso di miracoli.

Se hai qualche dubbio, hai bisogno di qualsiasi spiegazioni mandami un email.  Mi puoi trovare anche su Facebook. Grazie ti amo. 


Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.

Post più popolari